Persona conduce test per diventare autista ncc
La Guida Completa

Come Diventare NCC

Requisiti, normative, costi, guadagni e sbocchi professionali. Scopri tutto quello che ti serve sapere per ottenere la licenza NCC e diventare autista di noleggio con conducente.

Indice Contenuti

Svolgere la mansione di autista NCC a Milano è un’opportunità di lavoro davvero molto richiesta e che potrebbe generare un buon profitto. Si tratta di un mestiere che possono intraprendere tutti coloro che si trovano a proprio agio alla guida di differenti mezzi di trasporto. Ma questa, chiaramente, non è l’unica caratteristica da avere… Se volete saperne di più vi trovate nel posto giusto!

Infatti, in questa mini guida troverete una panoramica completa su tutto l’iter che si deve seguire per ottenere un autorizzazione NCC ed iniziare a lavorare sia come libero professionista sia come dipendente.

Cosa vuol dire NCC?

Autista apre portiera auto durante un servizio di noleggio con conducente

La sigla NCC significa “Noleggio Con Conducente” e definisce un servizio costituito da veicoli pubblici non di linea. In poche parole, è un sistema di trasporto pubblico che non rispetta degli orari prestabiliti e delle tariffe standard, bensì queste, variano a seconda della distanza da percorrere, dal tempo impiegato e da eventuali esigenze o richieste particolari del cliente.

L’NCC si può utilizzare sia individualmente sia in gruppo, ed è particolarmente indicato per spostamenti di lavoro e rappresentanza, svago oppure per raggiungere le migliori mete di vacanze estive o invernali.

Come si diventa autista NCC?

I requisiti fondamentali per diventare un autista NCC sono i seguenti:

  1. Possedere la patente B da almeno 3 anni
  2. Avere compiuto 21 anni
  3. Certificato KB (Certificato di Abilitazione Professionale)
  4. Iscrizione a Ruolo dei conducenti di servizi pubblici non di linea (Bollettone)
  5. Aver assolto agli obblighi scolastici
  6. Non avere a proprio carico pendenze penali e non essersi macchiati di alcun reato.

Come ottenere il CAP (KB) e iscriversi al Ruolo dei conducenti di servizi pubblici non di linea (Bollettone)

Per ottenere un’autorizzazione (o licenza) NCC è indispensabile il conseguimento del Certificato di Abilitazione Professionale (CAP), più comunemente denominato KB. Tale certificato, è una vera e propria “patente speciale” che vi dà la possibilità di guidare taxi, auto e natanti adibiti a noleggio con conducente.

Il KB si ottiene svolgendo un esame orale e scritto presso la motorizzazione civile.

L’esame scritto consiste in 20 domande che vertono su:

  • funzionamento del veicolo 
  • normativa sui trasporti e sul codice della strada

Per essere promossi si possono fare massimo 2 (due) errori.

La patente KB è associata alla B, quindi, come questa, deve essere rinnovata ogni 5 anni sottoponendosi ad una visita medica ed oculistica presso la propria autoscuola. 

Una volta ottenuto il certificato di abilitazione professionale (KB), per ottenere l’autorizzazione NCC, bisogna iscriversi e frequentare la Scuola Taxi/NCC, con relativo esame finale scritto ed orale sulla toponomastica della città.

Superato con successo l’esame, lo step successivo è quello di registrarsi al Ruolo dei conducenti dei servizi pubblici non di linea recandosi presso la camera di commercio del Comune di appartenenza.

Il costo totale per l’ottenimento del KB e dell’iscrizione a ruolo, prevede delle spese da sostenere che si aggirano attorno a 900 euro.

Ottenimento dell'autorizzazione NCC vera e propria

Le autorizzazioni NCC non sono sempre disponibili, sono a numero chiuso e vengono assegnate o rilasciate in base al numero di abitanti di ogni Comune attraverso un apposito bando di concorso sul quale sono indicati i termini per presentare la domanda e tutte le procedure di assegnazione.

Come funziona l’NCC in Italia?

Le normative vigenti sul NCC in Italia fanno riferimento tutte alla Legge n. 21 del 1992 e successive modificazioni. Si tratta della legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea, quindi si applica anche ai tassisti. Ci teniamo a precisare che tra queste due categorie ci sono enormi differenze.

Differenza tra NCC e tassisti

Non bisogna confondere l’autista NCC con un tassista, anche se queste due categorie potrebbero sembrare simili, in realtà sono molto differenti.

Nello specifico:

  • i tassisti hanno delle aree o delle piazzole di sosta dedicate ove possono sostare nell’attesa dei clienti. Per l’NCC questo non è possibile, il mezzo si muove solo dalla propria rimessa posta all’interno del Comune di appartenenza dell’autorizzazione, solo ed esclusivamente quando ha ricevuto una prenotazione da un cliente. 
  • I tassisti hanno una il tassametro quindi non è possibile sapere in anticipo quanquanto si andrà a spendere, mentre con l’NCC la tariffa si concorda preventivamente, così da non avere sorprese una volta arrivati a destinazione.
  • Con la licenza NCC si può svolgere il proprio lavoro all’interno e all’esterno del territorio italiano, indipendentemente da dove parte l’utente. Non ci sono limiti territoriali, in poche parole si può anche prelevare un passeggero in un’altra regione, l’importante che il veicolo parta sempre dalla propria sede o rimessa. I taxi, invece, possono operare solo ed esclusivamente all’interno del Comune che ha rilasciato la propria licenza.
  • Gli NCC non hanno orari, possono lavorare a qualsiasi ora del giorno, tutti i giorni dell’anno. Mentre i taxi sono obbligati a lavorare su turni prestabiliti e fuori turno NON POSSONO assolutamente caricare clienti.

Le auto destinate al noleggio con conducente possono essere di qualsiasi colore (solitamente blu o nere) e non necessariamente bianche come i taxi. Infine, devono mostrare sul parabrezza anteriore e sul lunotto posteriore, la dicitura “noleggio”, mentre sulla targa posteriore dev’essere applicato uno scudetto ben visibile in metallo, con lo stemma del comune di appartenenza, dell’autorizzazione e il relativo numero di licenza.

Quali sono le principali mansioni e servizi di un NCC?

Gli autisti che lavorano come NCC fondamentalmente accompagnano persone o comitive da un posto all’altro.

Tale servizio viene scelto principalmente:

  • Da aziende o liberi professionisti per servizi di rappresentanza, spostamenti di personale, per trasferte o impegni lavorativi.
  • Da persone che prediligono un mezzo esclusivo e che richiedono maggiore privacy e discrezione;
  • Da gruppi di amici che desiderano partire insieme e necessitano, ad esempio, di un passaggio in aeroporto o in stazione;
  • Da turisti che desiderano visitare una città in totale relax e spensieratezza, evitando di prendere i mezzi pubblici che spesso sono affollati e poco gestibili a causa di ritardi o traffico.

Questi sono solo degli esempi per fornirvi, in linea di massima, alcune situazioni in cui un autista NCC potrebbe essere indispensabile. 

A differenza di altri mezzi per il trasporto di persone, questo servizio è particolarmente comodo non solo perché si può prenotare in anticipo sapendo quanto si spende, bensì perché gli autisti sono persone cordiali e preparate, vestite con divisa di rappresentanza (abito scuro, camicia e cravatta) ed in grado di conversare anche in altre lingue con i passeggeri stranieri.

Cosa serve per diventare autista di un mezzo a noleggio con conducente?

Basta questo per sapere come diventare NCC? NO, è fondamentale anche l’attitudine, in quanto si tratta di un lavoro in cui è importantissimo il rapporto con il cliente

Quest’ultimo si aspetta un servizio impeccabile, quindi, l’autista deve essere sempre educato e cortese ma allo stesso tempo discreto, conversare il giusto e non mettere mai in imbarazzo il cliente che ha richiesto il servizio. 

Nel traffico, oltre a rispettare il codice della strada, è importante che si mantenga il controllo della situazione, ma soprattutto è richiesta la massima puntualità.

È indispensabile un’auto propria e la partita IVA?

Dopo che avete conseguito tutti i requisiti per ottenere l’autorizzazione NCC, per iniziare a svolgere la professione, c’è bisogno di un’autovettura. Questa può essere di proprietà nel caso si svolga il lavoro in maniera indipendente, oppure, qualora si volesse lavorare come dipendente, vengono utilizzati i mezzi della flotta veicoli dell’azienda presso la quale si opera.

La partita IVA si attiva solo se si decide di esercitare la professione come titolare dell’attività, altrimenti, come dipendente per conto terzi, non è necessario aprirla.

Quanto guadagna un autista NCC?

Lo stipendio di autista privato non è facile da calcolare infatti questo dipende molto se si opera in proprio o per conto terzi.
Se si lavora per una ditta o una cooperativa si riceverà uno stipendio fisso definito in fase di stipula di contratto.

Per parlare di cifre, da dipendente si va a guadagnare dai 1.500 fino ai 2.500 euro netti al mese.

Domande Frequenti

Per intraprendere l’attività di autista NCC, come prima cosa serve valutare se si è in possesso dei requisiti necessari (Legali e Fiscali), successivamente ottenere il CAP (KB) presso l’autoscuola e infine, il conseguimento dell’Iscrizione a Ruolo dei Conducenti di servizi pubblici non di linea (Bollettone).

Per ottenere la licenza di noleggio con conducente, serve verificarne la disponibilità presso il Comune per il quale si vorrebbe operare, soddisfacendone i requisiti richiesti. Successivamente va presentata una domanda alla camera di commercio specificando di voler intraprendere il mestiere di noleggio con conducente.

La licenza per l'esercizio del servizio di noleggio con conducente vengono rilasciate dalle amministrazioni comunali attraverso periodici bandi di concorso pubblici.

Per ottenere il CAP (Certificato di Abilitazione Professionale detto anche KB) è necessario sostenere un'esame orale e scritto presso la motorizzazione civile. 

Il costo del CAP, o Certificato di Abilitazione Professionale, potrebbe variare in base alla scelta di ottenerlo tramite scuola guida o da privatista. Solitamente tramite scuola guida il costo si aggira intorno alle 500€.

Per rinnovare il CAP o Certificato di Abilitazione Professionale servono 2 versamenti e un certificato medico con marca da bollo per un totale di circa 60€

La patente KB o più precisamente CAP (Certificato di Abilitazione Professionale), è una "patente speciale" rilasciata dalla motorizzazione civile che permette di esercitare la professione di NCC e guidare i veicoli adibiti al Noleggio Con Conducente.

Noi di Black Car Milano siamo una società di noleggio con conducente che si occupa di trasporto persone da oltre 10 anni e cerchiamo sempre il meglio per i nostri passeggeri. Siamo soliti fornire un servizio impeccabile, quindi se volete intraprendere la carriera di autista NCC con noi, dovete avere professionalità, flessibilità, precisione, eleganza, ma soprattutto puntualità.

Se pensate di essere la persona giusta, inviateci una mail a info@blackcarmilano.com dove potrete allegare il vostro CV corredato da una vostra breve presentazione. Se il vostro profilo risulterà essere in linea con quello da noi ricercato sarete ricontattati al più presto.

Condividi la guida sui social
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Siamo qui per aiutarti
Contattaci se vuoi diventare un autista NCC e lavorare su Milano, un nostro operatore risponderà a tutte le tue domande.
Inizia la chat
1
Come possiamo aiutarti?
Ciao,
come possiamo esserti d'aiuto?